Arte, Cultura & Spettacoli

Peggy Guggenheim Collection riapertura graduale

''Surrealismo e magia'' rinviata al 2022

Dopo 98 giorni di chiusura, a partire dall’11 febbraio la Collezione Peggy Guggenheim riapre finalmente le porte al pubblico i giovedì e i venerdì dalle 10 alle 18.

“Siamo felici di poter tornare ad accogliere i visitatori nelle sale di Palazzo Venier dei Leoni” afferma la direttrice Karole P. B. Vail “Riapriamo perché la Collezione torni ad essere un luogo di incontro e uno spazio di “liberta” per una comunità che ha bisogno di quella ispirazione, dialogo e scambio che l’arte sa stimolare., nell’attesa che anche il pubblico italiano e internazionale possa ricominciare a viaggiare”.

La riapertura è dunque un’ottima occasione per tornare a visitare i capolavori della collezione permanente o scoprire per la prima volta i grandi maestri che hanno scritto la storia dell’arte del XX secolo. La visita si svolgerà in un’atmosfera calma e riflessiva, che permetterà al pubblico di porsi in ascolto dell’arte, in contatto diretto con la magia enigmatica delle tele di René Magritte, il mistero assoluto delle opere di Jackson Pollock, o ancora di immergersi nei colori avvolgenti delle opere di Gino Severini e Grace Hartigan, nelle tonalità accese delle grandi tele di Tancredi Parmeggiani e perdersi nel gesto possente dei lavori di Emilio Vedova.

L’accesso sarà esclusivamente su prenotazione online, effettuabile sul sito guggenheim-venice.it, e sarà contingentato per fasce orarie nel rispetto della normativa per il contenimento del Covid-19. I soci e i visitatori che hanno diritto all’ingresso gratuito potranno prenotare il proprio ingresso scrivendo a prenotazioni@guggenheim-venice.it, specificando giorno e fascia oraria. Il Museum Shop esterno, che si trova lungo la fondamenta che porta all’ingresso del museo, sarà aperto il giovedì, il venerdì e il sabato dalle 10 alle 18.

Il museo ha deciso intanto di posticipare al 2022, dal 9 aprile al 26 settembre, la mostra ''Surrealismo e magia. La modernità incantata'', a cura di Gražina Subelytė, Exhibition Curator della Collezione. Slitterà invece alla primavera del 2023 la monografica dedicata all’artista veneziano Edmondo Bacci, Edmondo Bacci. L'energia della luce, a cura di Chiara Bertola.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)

Articoli correlati