Viaggi & Reportages

Calcidica, spiagge easy e mare da favola

Basta una birra al beach bar per avere l'ombrellone free

Alzi la mano chi non ha mai sognato di andare in un'isola greca, magari a Zante, angolo di mondo che alberga nel desiderio di ogni turista, una delle 7 meraviglie al mondo. La Grecia pulsa nel cuore di ogni italiano. Sceglierla per le vacanze è garantirsi la qualità: il vero vantaggio della Grecia è il rapporto qualità/prezzo. E per qualità si intende non solo la ristorazione (che è accellente) e l'offerta (per tutte le tasche) ma...la qualità del mare.

Anche nel 2017 è arrivata al terzo posto nella classifica mondiale delle bandiere blu: 430. Mantenere il terzo posto nella classifica mondiale è risultato che già era stato raggiunto nel 2015. E  al primo posto, con 52 bandiere, c'è la regione della Calcidica.

Anche senza budget stratosferici, la Grecia parla da sè con il verde smeraldo del suo mare, con le strutture di alta qualità: si va dai B&B agli hotel per un target famigliare, fino alle strutture di altissimo rango come il Design hotel Ekies di Sithonia della catena All Senses Resort inserito nella lista dei 15 migliori hotel al mondo (uno simile c'è anche ad Atene, ma quello della Penisola Calcidica è da favola).

Il turismo è la prima azienda greca anche se è una società tedesca ad aver ottenuto per 40 anni la concessione dell'aeroporto di Salonicco /Thessaloniki. Effetto della grande crisi, che però non ha affatto piegato lo spirito dei greci.

Il Presidente della Regione Calcidica Grigoris Tassios (che proviene da una famiglia di albergatori e al suo primo affaccio in politica ottenne subito 20.000 voti e un seggio europeo) ha le idee chiare: "Investiremo moltissimo su quest'area perchè vi si arriva in molti modi, non solo in aereo, ma via mare tramite Igoumenitsa, e  da qui grazie all'autostrada fino a Salonicco. Abbiamo capitali immensi da offrire al turista" afferma orgoglioso.

"Ci sono persone che vengono dalla Polonia e si fanno 2500 chilometri per venire da noi" aggiunge Tassios che fornisce qualche dato: in estate i 110 mila abitanti della Penisola diventano più di 1 milione. Vengono dalla Turchia, dalla Gran Bretagna e dalla Germania. "Ci sono anche molti italiani e noi vogliamo ricordare a tutti che basta prendere un traghetto da Ancona o Bari per Igoumeniza con la propria auto: del resto questa penisola si visita in auto".

Circa i prezzi in spiaggia la Grecia ha un'offerta molto easy: basta frequentare un beach bar e anche con una sola consumazione l'ombrellone è free. Nelle spiagge più belle della penisola calcidica una sdraio sotto l'ombrellone può costare sui 5 euro. Ma a Lesbos abbiamo visto anche: "lettino in spiaggia euro 2,50". Ben altra cosa rispetto alle spiagge italiane: da noi meno di 30-40 euro al giorno non si possono spendere, e dipende dalla stagione.

Noleggiare una piccola imbarcazione al giorno può costare 70 euro, ed è esperinza indimenticabile: alcune spiagge si raggiungono solo via mare. Quanto alla natura siamo davvero in un angolo di paradiso. Anche per questo la Grecia è in testa all'immaginario collettivo. Fare una vacanza in una delle sue isole è desiderio che alberga in molti.  Con oltre 300 isole non basterebbe un vita per vederle tutte: ce ne vorrebbero almeno tre e tutte...centenarie.

Noi consigliamo di partire dalle tre favolose penisole al nord della Grecia e a sud della Macedonia che costituiscono la regione Calcidica, quella parte nordorientale della Grecia costituita da tre lingue di terra, tre dita dove monti e mare si danno la mano ed evocano posti e personaggi mitici a partire da Kassandra  e Sithonia  destinazioni turistiche molto conosciute con meravigliose spiagge di sabbia, mare cristallino ed una vegetazione rigogliosa. Sithonia è la penisola di mezzo ed è la più turistica. Numerose calette si nascondono tra le colline e le pinete. Il capoluogo è Neos Marmaras e tra le maggiori località ci sono Nikitas, Vourvourou, Porto Koufos, ricco di taverne, e Toroni, quasi all’estremità della penisola.

Monte Athos è la terza lingua di terra, una delle regioni più belle della Grecia con i suoi monasteri dominati da regole severe e silenzio assoluto. A presidiare questo mondo al maschile ci sono guardie in tipico costume greco. L’accesso alla penisola è limitato dalle autorità ecclesiastiche: massimo 10 pellegrini non ortodossi al giorno. Severamente vietata la presenza di donne, come noto: bisogna farsene una ragione.

Ma è ciò che la Grecia dice alla nostra anima a costituire il desiderio di una vacanza nella patria del filosofo Aristotele, che nacque proprio in Calcidica, a Stagira, insegnò ad Alessandro Magno e fu alla corte di Filippo il Macedone. Perchè la Grecia parla al cuore e alla cultura di ognuno di noi. In Grecia abita il mito di Europa, che qui sarebbe nata.  Ecco perchè il fascino della capitale Atene, dei mercatini ai piedi dell'Acropoli, del meraviglioso museo archeologico, dei quartieri più "cool" e delle isole più vicine ad Atene, delle gole e dei ponti dell'Epiro non smette di abitare nei desiderata di ogni turista. E la Calcidica offre tante sorprese.

 

Negli archivi di SENTIRE
Diario di viaggio: la penisola Calcidica - di Laura Perolfi
Lesbos isola del tempo "vissuto"
Atene, il fascino eterno dell'Acropoli
Gazi, la rinascita di Technopolis
Andare per mercatini tra la Plaka e Monastiraki
Isola di Chios, il Museo della Mastica
Hydra, mobilità a quattro zampe
Viaggio nell'Epiro - di Laura Perolfi
Gola di Vikos, paradiso per il rafting - di Laura Perolfi

Servizi a cura di Corona Perer / Laura Perolfi

ENTE ELLENICO PER IL TURISMO
via Santa Sofia, 12
MILANO  info@visitgreece.it


Autore: Corona Perer

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)