Attualità, Persone & Idee

Qui Brexit... a voi Roma

Covid19, sembra un gioco, ma non lo è - di Margherita Vitagliano

di Margherita Vitagliano - Sembra un gioco, ma non lo è. Tuttavia se lo fosse, sarebbe mondiale, e farebbe impazzire tutti i capi di stato.
"Covid 19" ha regole diverse ma anche comuni. Tutti possono partecipare senza differenza tra sesso età e ceto sociale. Le regole variano da paese a paese e per non annoiarci vengono cambiate in continuazione.

Io partecipo dall' Inghilterra. Le prime caselle devo ammettere sono state difficilissime, siamo passati da frasi tipo "preparatevi a veder morire i vostri cari" pronunciate dal primo ministro in persona a ''stay home, protect NHS, save lives'' lette nella sua lettera: scritta da sano e arrivata mentre era in terapia.

Al gioco si partecipa da casa, si cerca di uscire il meno possibile e si allietano le giornate decorando le finestre con arcobaleni. Con il passare del tempo e dopo la morte di migliaia di persone le regole sono cambiate, ancora, passando dal lockdown alla quasi normalità.

Settembre è arrivato, riportandoci indietro, sfortunatamente. Con l'impennata di nuovi casi, dovuti alla troppa superficialità, sono iniziati i primi lockdown locali, nuove regole di un gioco che sembra senza fine.

I locali pubblici come ristoranti e pub schiuderanno alle 10. Si potranno vedere persone di altre famiglie ma con la regola del sei, non devono esserci più di sei persone sotto lo stesso tetto, la cosa bella è che si è autorizzati a fare la spia. Se notate qualcuno dei vostri vicini con sette o più persone in casa siete autorizzate a chiamare l'autorità locale! Si inizia a giocare duro sembra non sono ammessi più errori e comportamenti scorretti.

Dalla settimana prossima aspettiamoci altre novità. Intanto l'altro giorno a Londra, esattamente  rafalgar Square si riempiva di manifestasti anti-lockdown, contrari al vaccino e a indossare la maschera. Risultato una trentina di arresti compreso il fratello di Jeremy Corbin, leader laburista.

Nel frattempo i nuovi casi salgono (ieri 4.422). Le persone sembrano essersi già essersi dimenticate delle morti recenti, qualcosa in questo gioco sembra non andare per il verso giusto. Per il momento io indietreggio di qualche casella, quando si aveva paura e si disegnavano arcobaleni speranzosi, perché per arrivare fino alla fine, bisogna essere uniti tutti sulla stessa linea, una semplice regola che nessuno sembra vuol capire.


www.margheritavitagliano.eu/

 


Autore: Margherita Vitagliano

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)

Articoli correlati