Attualità, Persone & Idee

E' tornato il lockdown, ma Boris mantiene le promesse

Made in Brexit - di Margherita Vitagliano

(Margherita Vitagliano) - Dolcetto o scherzetto? Nè l'uno nè l'altro. Amaretto, direi ...visto che siamo di nuovo in lockdown.
Che qualcosa nell'aria stesse cambiando me ne ero accorta  andando al supermercato, una fila per entrare infinita, sembrava di essere ritornati ai tempi del primo lockdown, ho pensato tra me e me è Halloween staranno andando tutti a compare le ultime zucche, anche perché avevano tutti il carello formato famiglia! Wrong e wrong !

Entrata dentro non si capiva niente, le persone sembravano indemoniate, carrelli pieni fino al collasso, carta igienica, pasta, riso, farina...credo che forse mi sia sfuggito qualcosa di terrificante. Tornando a casa accendo la TV e capisco il motivo di quel panico, tutta colpa di quel birichino di Boris che si preparava ad annunciare lo scherzetto nella notte dei morti viventi.

Una parola in poche ore avrebbe contribuito ad aumentare il panico, "LOCKDOWN" solo il pensiero avrebbe trasformato la popolazione in demoni furiosi alla ricerca dell'ultima confezione di carta igienica sullo scaffale, calmati Margherita calmati forse stai esagerando.
Finalmente appare in diretta nazionale, e lui il tanto temuto primo ministro inglese, noto subito che sembra si sia pettinato quindi le notizie non saranno affatto buone, infatti da giovedì tutti a casa fino al due dicembre.

Forse non sono ancora completamente entrata nella cultura inglese ma devo ammettere la serietà di questo governo, durante il primo lockdown hanno promesso di aiutare tutti economicamente dando 80% dello stipendio per mesi, automaticamente senza fare nessuna domanda, ma sopratutto puntuali, cosa che sembra non sia accaduta in Italia. Anche questa volta faranno lo stesso, cercheranno di aiutare tutti, e non ci saranno cittadini di prima e seconda classe come purtroppo ancora accade nella nostra bella Italia.

1 novembre 2020

Le foto di questa pagina: Margherita Vitagliano
www.margheritavitagliano

**

Boris e Andy litigano per Halloween
Manchester è zona rossa

Halloween è nell'aria per tutti, infatti il sindaco di Manchester e il primo ministro Jhonson stanno giocando a dolcetto o scherzetto da circa una settimana.

Manchester è zona rossa, Boris Jhonson ne annuncia la chiusura ma Andy Burnham (il sindaco) non ne vuole sapere, ha bisogno di un sostegno economico più alto dei 22 milioni promessi dal governo, perchè questa ennesima chiusura porterà il fallimento di molte imprese e alla povertà tante  famiglie. Intanto i casi di covid in ospedale si moltiplicano con il passare delle settimane e Manchester sarà ufficialmente in zona rossa da Venerdi, volente o nolente.

Un lockdown tutto sommato dolce rispetto a quello di Marzo. Nel frattempo la vita continua e tra incertezze e Halloween che nonostante chiusure e proibizioni si festeggerà comunque, si iniziano a veder le prime case addobbate umilmente con zucche intagliate ad arte. Non si potrà andare in giro bussando alle porte in modo tradizionale ma si festeggerà in famiglia tra una diretta da Downing Street e un dolcetto nella speranza che non arrivi un altro scherzetto dopo la mezzanotte!

Anche io mi sono adeguata e mi preparo la mia zucca, in agrodolce con cipolla!

ottobre 2020

Le foto di questa pagina: Margherita Vitagliano
www.margheritavitagliano

***

Halloween il giorno dopo
La festa degli zombie in Brexitland

(31 ottobre 2018) - La notte di halloween, spaventa anche il giorno dopo. Anticipata dall'arancione delle zucche che trionfano nei negozi e nei carrelli della spesa: ogni casa deve avere alla porta la sua zucca ritagliata.

Devo ammettere che mi son lasciata tentare perchè io la cucino con il risotto, i fagioli, arrostita o semplicemente con aglio, olio e peperoncino come mi ha insegnato la nonna. La mia felicità dura poco, purtroppo il 1 Novembre  come per magia tutte le zucche spariscono.

Ricordo quando da bambini  andavamo nei campi a  prendere delle zucche le ritagliavamo e di notte le mettevamo per una strada buia con delle candele all’interno  e noi nascosti  vestiti con lenzuola bianche aspettavamo il padre della mia amica che tornava a piedi da lavorare, per farlo spaventare. Una zucca a Km 0.

Oggi i nostri figli vagano vestiti da zombie,  per  fare trick or treat tornando  con un cestino pieno di caramelle e dolci che non avranno mai il sapore della zucca a Km0. Noi ci divertivamo con  una candela e un lenzuolo. Questo era il nostro Halloween.

ottobre 2018

Le foto di questa pagina: Margherita Vitagliano
www.margheritavitagliano


Autore: Margherita Vitagliano

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)

Articoli correlati