Attualità, Persone & Idee

God save ... the Prince

Made in Brexit - di Margherita Vitagliano

E alla fine il divorzio c'è stato: dalla Corte inglese, anche se si scommette (ne è convinto il giornalista italiano Caprarica a lungo inviato speciale Rai dalla Great Britain), che possa essere il germe per un possibile futuro divorzio e il conto alla rovescia sarebbe già scattato. Accettterà infatti la sposina di non rappresentare più la Casa Reale, di non avere la ribalta di prima e di fare qualche economia? LO saprà acettare anche Harry?

Le indiscrezioni dei tabloid inglesi descrivevano da mesi di un clima - a Palazzo-  tutt'altro che sereno. Preoccupato era Carlo che l'aveva portata all'altare. Preoccupata era la Regina. Preoccupata la cognata che nel giorno del 38° compleanno ha ricevuto forse il miglior regalo: l'addio di Meghan.

Harry e Meghan, ultimo matrimonio del secolo, spettacolare industria della new-economy di tazze, magneti e scatoline (un giro di 70 miliardi di sterline che ne gerano altri 42 di solo indotto), se ne sono andati e l'accordo alla fine si è trovato:  non saranno più «membri attivi» della famiglia reale e per questo dovranno rinunciare all'utilizzo del titolo di altezze reali, nonchè a ricevere fondi pubblici. E si impegnano (... ahia) anche a restituire quei 2,4 milioni di sterline di denaro dei contribuenti utilizzati per ristrutturare Frogmore Cottage, che resterà comunque la loro residenza nel Regno Unito, ma resteranno i Duchi di Sussex.

Buckingham Palace dimostrò - accogliendo la sposina peperina -  che l'Inghilterra è un paese che accoglie. Proprio come ha accolto me, mentre la mia terra mi ha lasciato partire senza nemmeno chiedermi: dove vai? Che sta succedendo? Hai bisogno di aiuto? Nulla: il mio paese si fa vivo con me solo quando deve incassare il mio voto.

Ecco perchè dico God save the Prince. Perchè Harry sarà l'altro re, quando il fratello William salirà al trono. Sarà un re pop, forse anche rock, certo meno compassato del fratello e magari farà quei gesti che il re, per protocollo, non potrà fare. Sarà il re lontano.

Ma come vuole la regola è d'obbligo dire: lunga vita alla regina! Che di vivere a lungo...lo sa fare.


Autore: Margherita Vitagliano

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)

Articoli correlati