Attualità, Persone & Idee

FCA produrrà 27 milioni di mascherine al giorno

il Patto della mascherina - di Manuel D'Elia

Leggo che FCA (Fiat), grazie ad un accordo con il Governo Italiano, produrrà 27 milioni di mascherine al giorno, delle quali una quota rilevante saranno destinate ai bambini.
A prescindere dalle opinioni personali, è innegabile che anche tra i cosiddetti esperti i pareri siano comunque discordanti, in merito all'efficacia e la sicurezza di questi dispositivi.

A livello italiano abbiamo le dichiarazioni del dott. Bassetti, che tra l'altro si rifà a quanto indicato dalla stessa OMS: "la mascherina chirurgica può causare ai bambini sulla base di esperienze di utilizzo: senso di calore, irritazione, difficoltà respiratorie, fastidio, difficoltà di concentrazione, distrazione e bassa accettazione della maschera stessa. Inoltre l’efficacia delle stesse non è stata dimostrata durante il gioco e le attività fisiche".

A livello europeo abbiamo il dott. Tegnell, capo epidemiologo dell'eretica Svezia, che ne sconsiglia l'utilizzo tranne alcune specifiche circostanze.
Ingenuamente mi chiedo: quale spazio troveranno queste opinioni sui media che fanno riferimento alla stessa proprietà di chi produce mascherine? Nello specifico, ricordo che a dicembre 2019 Elkann ha acquisito il controllo del Gruppo GEDI (Repubblica, l'Espresso, molti giornali locali, radio).
Può esserci un qualche conflitto di interessi? Dovessero uscire nuove evidenze che le mascherine portano più danni che benefici, possiamo aspettarci che Repubblica, per nominarne una, le riporti con onestà e trasparenza, considerando il danno economico che potrebbe causare a FCA?

Domande che attendono risposta.


Autore: Manuel D'Elia

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)