Arte, Cultura & Spettacoli

Gran Finale per ''Tra ville e giardini''

Raphael Gualazzi chiude la XX edizione

Gran finale per la ventesima edizione di Tra ville e giardini, la rassegna itinerante di spettacolo promossa dalla Provincia di Rovigo con la direzione artistica di Claudio Ronda, che ha chiuso nei giardini di Villa Badoer a Fratta Polesine (Ro), con un concerto di classe di Raphael Gualazzi.

Il pianoforte a coda ha dominato la scalinata di Villa Badoer, mentre la facciata della villa faceva da fondale per i giochi di luce a tempo di musica. Cantautore, compositore e pianista fantasioso dal talento indiscutibile, Gualazzi ha raccolto calorosi applausi dopo due ore di grande sound, incluso un divertissement per celebrare Giuseppe Verdi.

Tra gli ospiti di questa edizione anche uno straordinario Elio con la sua opera buffa. Al caleidoscopico musicista (al secolo Stefano Belisari), per 40 anni frontman di Elio e Le storie tese  era stato dato il compito di aprire la XX^ edizione di "Tra ville e giardini". La sua “Opera buffa! Il flauto magico e cento altre bagatelle” rilettura dell’opera lirica in chiave brillante, inaspettata, giocosa e geniale come il suo interprete principale è stata molto applaudita. Le altre star opitate dalla rassegna sono state Cristina Donà, Arturo Brachetti, Gioele Dix, Francesca Reggiani, Raphael Gualazzi e Filippo Graziani, figlio del grande Ivan.

Tra ville e giardini XX promossa e organizzata da Provincia di Rovigo, co-finanziata da Regione del Veneto Reteventi, sostenuta da Fondazione Cassa di risparmio di Padova e Rovigo, con l’organizzazione tecnica  di Ente Rovigo Festival e la collaborazione dei Comuni di Adria, Ariano nel Polesine, Badia Polesine, Canda, Castelmassa, Ceneselli, Ceregnano, Ficarolo, Fratta Polesine, Lendinara, Occhiobello, Polesella, Porto Tolle, Rovigo, Trecenta, Villanova del Ghebbo. Appuntamento al 2020!

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)