Giornale sentire img1 Giornale sentire Logo Giornale sentire img2
Viaggi

Urbino, lo Studiolo del Duca

Urbino, lo Studiolo del Duca studiolo_del_duca.jpgpalazzo_ducale_29.jpgpalazzo_ducale_8.jpgpalazzo_ducale_25.jpg
Ricomposto: ha 400 anni

di Corona Perer - Ci vogliono almeno 3 ore per visitare ad Urbino il Palazzo Ducale. Ora c'è un motivo in più per andarci: dopo quasi quattrocento anni, questo luogo emblematico, certamente una delle testimonianze più rare e preziose del Rinascimento italiano, vede tornare all'originale splendore lo Studiolo di Federico di Montefeltro.

Lo studiolo d’Urbino, esempio capitale di una tipologia che conta pochi esemplari superstiti, rispondeva all’antica idea di ricreare un ambiente adeguato a favorire studio e riflessione, radunando immagini di sapienti – con i quali instaurare un dialogo virtuale – e oggetti rari con cui nutrire lo spirito. Un luogo di piccole dimensioni, collocato nel cuore dell’appartamento del Duca e adiacente agli spazi domestici, tra gli ambienti destinati alle funzioni pubbliche e quelli deputati al sacro; composto da un continuum di tarsie lignee di bottega fiorentina (Giuliano, Benedetto da Maiano e bottega, con cartone di Botticelli per le “Virtù” e forse Francesco di Giorgio Martini) con raffigurati libri, strumenti musicali e scientifici, armi e insegne, clessidre e personificazioni allegoriche che compaiono su ripiani della finta panca e fanno capolino da finte ante socchiuse.

Un trionfo illusionistico coronato, tra rivestimento ligneo e soffitto, dai ritratti appunto di 28 Uomini Illustri collocati in gruppi di quattro, su due piani:...


Inserire la password
fornita tramite l'abbonamento:



Viaggi

Viaggi

Isgr.jpg banner.jpg colore_rosso.jpg banner_gusti.jpg banner.jpg DECENNALE.jpg logoViaggiareSicuri.jpg