Scienza, Ambiente & Salute

Ritorno all'agricoltura piace: sempre più ai giovani

alla Fondazione Edmund Mach si studia per diventare contadini

I giovani tornano all'agricoltura e sentono il fascino di una professione nobile, pesante anche e carica di professionalità, ma dal profilo molto umanizzante: l'agricoltore. E anche in Trentino dove la ricerca tecnologica, l'innovazione, l'alta formazione, l'università, le nuove tecnologie sono ormai preponderanti, il fascino di questa professione antica registra un trend in crescita.

I corsi di formazione ed aggiornamento per operatori agricoli interessati alla qualificazione professionale in agricoltura, sono realizzati annualmente dalla Fondazione Edmund Mach. Si tratta di progetti di formazione e di aggiornamento rivolti sia ai giovani che si insediano in agricoltura, sia agli operatori agricoli ma anche programmi di integrazione tra agricoltura, turismo, territorio ed ambiente e di informazione, di sensibilizzazione di categorie non agricole (circa 80 iniziative all’anno che coinvolgono più di 1500 persone).

E' quindi possibile migliorare il livello di professionalità e di competitività delle imprese agricole e forestali; favorire una formazione continua, contestualizzata, individualizzata e interattiva; migliorare il livello di conoscenza e di capacità degli agricoltori e dei selvicoltori in merito alla progettazione dello sviluppo aziendale e all’utilizzo dei fondi comunitari e nazionali, tramite interventi “su misura” per gli imprenditori.

Numerosi anche gli investimenti per nuove aziende. Negli ultimi 4 anni sono stati concessi complessivamente dalla Provincia ben 365 premi per un ammontare complessivo di 14 milioni di euro. La dfficoltà è semmai  reperire nuovi terreni coltivabili. Per ovviare al problema è nata in Trentino la "banca della terra" .
 

info: direzione.amministrativa@fmach.it

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)