Viaggi & Reportages

Terme di Cervia: seconda solo al Mar Morto

Cure uniche in Italia. Merito dell'Acqua Madre e del fango che arriva dalle saline

(Corona Perer) - Le Terme  di Cervia  sono ideali contro una malattia subdola e fastidiosa, la psoriasi, che qui viene curata associando ai bagni e ai fanghi anche l'elioterapia. Tutto merito dell'Acqua Madre e del fango che arriva dalle saline, paragonabile solo a quello del Mar Morto. Per questo le Terme di Cervia sono uniche in Italia e danno beneficio anche chi soffre di artrosi, reumatismi, osteoporosi, sindrome fibromialgica, vasculopatie, problematiche respiratorie. 

Sono terme "speciali" perchè traggono la loro bontà terapeutica (certificata da studi scientifici) dalle acque e dai fanghi dalle vicine e antiche Saline di Cervia.

Da  mezzo secolo lo stabilimento delle Terme di Cervia detiene un primato: le acque che provengono dalle sue antiche saline  oltre alla eccezionale salinità danno un limo per i fanghi che, per efficacia terapeutica, è del tutto paragonabile a quello depositato sui fondali del  Mar Morto. Ecco perché questo stabilimento è il non plus ultra in Italia per la cura della pelle. Qui c'è l'acqua madre, residuo liquido del processo di cristallizzazione del cloruro di sodio, quello che da origine al sale dolce di Cervia a sua volta unico.

Il fango della Salina di Cervia, chiamato ''Liman", ha eccezionali proprietà: si forma per lenta sedimentazione nei bacini di raccolta del sale. Le terme sono strettamente legate alla storia di Cervia, città del sale. Ci si accorse delle proprietà di questo fango  perché i ''Salinari'' che lavoravano per lunghi mesi, immersi nelle acque delle saline, non avevano né dolori né problemi di pelle - anzi - si preservavano bene. Usavano infatti entrare col corpo nelle buche di fango disponibili.

Nel 1927 un decreto ministeriale dava a Cervia il riconoscimento di ''luogo di cura, soggiorno e turismo''. Era la svolta.

E' così che negli anni Trenta si comincia a pensare di usarli per usi terapeutici. I risultati terapeutici osservati erano evidenti. Con la nascita nel 1957 della Spa Terme di Cervia inizia una nuova stagione. Negli anni '60 si pensa ad uno stabilimento che tra l'altro è oggi un monumento di architettura modernista.

Viene ideato dall'architetto Carlo Viganò negli anni 60 ispirato dal pensiero razionalista di Frank Lloyd Wright, Ludwig Mies van der Rohe e Le Corbusier. Ma Viganò fa di più e addolcisce lo stile razionalista da un Liberty geometrico (lo si nota nelle scale) e da arredi che oggi cataloghiamo alla voce “minimalismo”.

Risultato: uno stabilimento che è anche molto bello da vedere: spazioso, dove il  pregio estetico viene dalla qualità degli spazi e ben si coniuga al benessere delle cure praticate al suo interno.Stare bene nel corpo in uno spazio lineare aperto e luminoso, immerso in una pineta (già salutare di suo)  fa bene alla mente e al corpo.

Ed è con questo stabilimento che negli anni '60 parte per Cervia e la riviera romagnola un tassello fondamentale dell'economia del territorio. In breve le Terme  diventano un riferimento per la cura delle malattie della pelle e per la ricerca medica.

Lo staff di medici e operatori, molto preparati e la possibilità di attingere a cure uniche in Italia portano ogni anno più di 30.000 visitatori con un indotto notevole di pernottamenti sul territorio di almeno 400.000 unità. Nell'anno del Covid l'utenza si è ridotta di un terzo, ma le terme hanno continuato a funzionare essendo un presidio sanitario.

Ma quale è il segreto di queste terme? Si tratta di acque Salso Bromo iodiche con una concentrazione salina 3 volte superiore a quella marina (vasca grande) e 5 volte nel caso della vasca ipertonica, in ogni caso superiore a quelle normalmente utilizzate nelle Terme.

Quest'acqua contiene un'alga ''dunaliella'' che ha virtù antiossidanti (quindi antiage),  ricchissima di betacarotene, ottimo fattore protettivo per la pelle. Viene applicato caldo (circa 40°) oppure a temperatura ambiente.

Le cure si accompagnano al bagno solare nel solarium del reparto terapie, perchè è solo stando al sole che il corpo può sintetizzare la vitamina D. Questi trattementi potenziano l'effetto benefico frequentando la "terrazza del sale" nella bella pineta adiacente le piscine termali, e anchein questo spazio ci sono arredi ricercati come le chaise longue di design Moby (anche quelle pensate dal progettista).

Fango, sole, acqua salina: è questa la specificità delle Terme di Cervia. In questo periodo particolarmente indicate ai pazienti post-covid ma anche e soprattutto a chi vuole  aumentare le difese del proprio organismo.

La vasca termale ad una temperatura costante di 33° è ricca di sali minerali ed è una delle più grandi a livello europeo è stata suddivisa in tre distinte aree per venire incontro alle esigenze differenti e con salinità diverse.

Una di queste vasche contiene l'acqua madre ipertonica con sodio e cloruri principali, sali disciolti nell'acqua di mare in concentrazione 5 volte superiore a quella del Mar Morto che è il bacino naturale a più alta salinità del mondo.

L'acqua madre ipertonica è contenuta in una vasca più piccola dove non entrano più di tre persone alla volta. Molto accurate e sorvegliate le norme di sicurezza da parte degli addetti.

L’Acqua Madre termale viene utilizzata anche  nelle cure inalatorie ed agisce con efficacia dimostrata sulle problematiche respiratorie e sul sistema immunitario. In quanto presidio sanitario Le Terme sono autorizzate a erogare prestazioni rientranti nei Lea (Livelli Essenziali di Assistenza) ovvero terapie termali, mediche, riabilitative. Sono accessibili dalle altre regioni e dagli altri comuni per motivi di salute, con regolare impegnativa del proprio medico o con la prenotazione delle cure.
(info e prenotazioni www.terme.org).

«I benefici dei trattamenti termali sono sempre più evidenti e dimostrati, sia in termini di prevenzione che di cura e riabilitazione. Ma a questi è importante affiancare un corretto stile di vita che includa alimentazione corretta, sport, sane abitudini e relax. Oggi soddisfare questa esigenza significa anche dare un’adeguata risposta alle molteplici problematiche legate alle conseguenze della pandemia» commenta Alessandro Zanasi, pneumologo e direttore Sanitario delle Terme di Cervia.

E così alle Terme di Cervia è partita anche un'interessante attività che sta diventando anche osservazione scientifica. Si tratta del programma “Respira sei alle Terme” bagni per liberare la mente e dare sostegno psicologico a chi da questo periodo di stress ha portato a casa anche attacchi di panico e ansia.

Ed infine una curiosità: alle Terme è possibile anche....fare scrub al sale o distendersi su un vasca per un bagno ai sali di Cervia. I benefici per la pelle sono notevoli. Naturalmente poi servirà idratare la pelle con prodotti specifici. Lo stabilimento termale ha messo a punto una linea di cosmesi di ultima generazione, Liman Termae, particolarmente indicata a nutrire la pelle dopo i trattamenti termali, potenziandone gli effetti positivi.

scrub al sale



E ricordiamoci sempre di dire un grazie: oltre che all'Acqua Madre a...Madre Natura. Perchè a questo luogo ha dato non solo le saline e una meravigliosa pineta, frequentata anche da Dante, ma pure il mare, e il vicino Delta del Po. E a poca distanza Ravenna, con i suoi tesori culturali e i mosaici bizantini. E poi la simpatia dei romagnoli, la loro accoglienza e la loro gastronomia.
Il posto migliore per allineare anima e corpo.

(c.perer - 10 giugno 2021)

Info: www.terme.org

(foto C.Perer)

**

RESPIRA SEI ALLE TERME
I percorsi mindfulness associati alla balneoterapia

(28 aprile 2021) - Fino al 27 novembre oltre alla balneoterapia,  fangoterapia ed elioterapia, alle cure inalatorie e ai massaggi, è possibile partecipare ad un programma pensato per chi vuole imparare a respirare. Si tratta di “Respira, sei alle Terme”.

Il progetto è nato per dare un’adeguata risposta alle problematiche causate dal Covid-19 non solo a chi ne è stato affetto ma anche a tutti coloro che sono stati costretti all’inattività fisica dal lockdown. Sono bagni per liberare la mente e dare sostegno psicologico a chi da questo periodo di stress ha portato a casa anche attacchi di panico e ansia.

“Respira, sei alle Terme” è dedicato al recupero del benessere psicofisico compromesso dalla diffusione del Covid-19: un approccio globale alla salute della persona che prevede ginnastica respiratoria, mindfulness in acqua, consulti per il benessere della mente, percorsi di cura personalizzati, abbinati a  soggiorni open-air alla scoperta del territorio e a contatto con la natura. Come destinazione Cervia, da questo punto di vista, offre moltissimo: le saline, il mare, la pineta, la vicinanza con Ravenna.

I percorsi mindfulness associati alla balneoterapia, una modalità inedita che abbina la meditazione guidata al galleggiamento in acqua.

La mindfulness è una tecnica di meditazione che mira al raggiungimento della consapevolezza di sé nel momento presente, e i suoi benefici per la mente (riduce ansia, depressione, stress, disagi psicologici ed emotivi, insonnia) e il corpo (aiuta a lenire i dolori cronici) sono attestati da numerosi studi scientifici.

Il dr.Atos Vergini vicedirettore sanitario ed il giovane psicologo dr. Tommaso Ambrosini (foto C.Perer)

I percorsi mindfulness associati alla balneoterapia, sono una modalità inedita che abbina la meditazione guidata al galleggiamento in acqua.

La mindfulness è una tecnica di meditazione che mira al raggiungimento della consapevolezza di sé nel momento presente, e i suoi benefici per la mente (riduce ansia, depressione, stress, disagi psicologici ed emotivi, insonnia) e il corpo (aiuta a lenire i dolori cronici) sono attestati da numerosi studi scientifici.

Gli esercizi di ginnastica respiratoria all’aperto, circondati dall’aria balsamica della pineta danno benefici a corpo e mente. Una buona respirazione permette ad esempio di: migliorare l’efficienza dei principali organi interni, contrastare lo stress, gestire le emozioni, avere una maggiore produttività, avere una maggiore lucidità, ritardare l’insorgenza della fatica durante lo sport.

Le nuove attività del progetto Respira, Sei alle Terme possono anche essere inserite in un percorso personalizzato da definire insieme all’équipe medica della struttura, a seguito di una visita preliminare. Si può accedere ai servizi termali, incluse le visite mediche, esclusivamente tramite prenotazione telefonica, online o via email.

Info:
www.terme.org

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)