Attualità, Persone & Idee

Contrasto alle dipendenze

Il portale Liberalascuola

Il portale Liberalascuola nasce come progetto di Contrasto alle Dipendenze. Il progetto voluto dalla Presidenza della Provincia di Trento, coordinato da  Federico Samaden, con il coinvolgimento di un staff misto di esperti del settore, ha portato alla nascita di Liberalascuola4.0 attivo all’indirizzo www.liberalascuola.net 

“Ogni droga è una fuga dalla vita e contrastarne l'uso corrisponde a riempire di vita i luoghi scolastici. Agire dentro la scuola è cruciale.  Liberalascuola4.0 è un network di scuole "no drugs" che condividono la responsabilità educativa mettendo in atto specifiche azioni di sensibilizzazione e prevenzione sul tema del consumo di qualsiasi sostanza atta ad alterare la lucidità” spiega Samaden.

Liberalascuola4.0 è stato pensato come un network di scuole che senza ‘se’ senza ‘ma’ mettono in atto una vera prevenzione. A tal fine è richiesta la sottoscrizione di un atto che esplicita il no a qualunque droga.
“Accettando di entrare nella rete Liberalascuola4.0, l’istituto promuove la cultura della responsabilità e della lucidità mettendo in atto azioni a favore del valore della vita nella sua accezione più profonda” aggiunge Samaden.

Al momento alla rete di scuole no drugs aderiscono 30 istituti scolastici che hanno sottoscritto il patto  e quindi possono accedere al portale e ai suoi contenuti e le opportunità che esso movimenta.
L’obiettivo è di costruire una comunità che nel tempo aumenterà e creerà una cultura diffusa contro le droghe.

Tra gli obiettivi principali di questo progetto: la promozione di stili di vita sani attraverso la promozione della legalità, della partecipazione giovanile e la costruzione di un network drugsfree.

Liberalascuola4.0 è l'evoluzione del progetto ''Libera la scuola'' (2012-2016).  “Agire sulle scuole è determinante perché è provato che è il momento in cui il ragazzo è più esposto a messaggi esterni/interni alla scuola che possono incidere sul suo percorso. Hanno aderito quelle scuole che hanno accettato di evitare messaggi equivoci sulla presunta leggerezza delle sostanze, perchè ogni forma di tolleranza all’uso di sostanze stupefacenti è pericolosa” sottolinea Samaden.

Il portale, strutturato in una parte pubblica e in un’area riservata ai docenti, serve a  dirigenti e insegnanti che devono mettere in atto azioni educative volte alla prevenzione. Negli obiettivi dovrebbe diventare anche una piazza di discussione aperta a genitori e studenti. Promuove infatti la consapevolezza della responsabilità dei propri comportamenti.

Un mondo di pensiero che vuole produrre un mondo libero da ogni dipendenza.

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)