Scienza, Ambiente & Salute

Genoma, quello che ci rende unici

La nuova mostra al MUSE di Trento

Un vero viaggio tra le nuove sfide offerte dalla genomica - scienza in continua evoluzione - ed un viaggio sulle tante domande che questa scienza muove sul piano etico. Dalle più ingombranti come quelle relative alla clonazionale animale a quelle più generali e di divulgazione scientifica. Ovvero: perché le persone sono tutte diverse? Da dove provengono i talenti? Perché c'è chi invecchia in modo invidiabile e chi, purtroppo, no? Perché la vita ha un termine biologico e come possiamo prevenire le malattie?

Con la mostra "GENOMA UMANO. Quello che ci rende unici", il MUSE di Trento  affronta interrogativi che ci riguardano profondamente. La mostra è un focus su opportunità e rischi originati dall'applicazione delle nuove conoscenze ad ambiti particolarmente sensibili, quali la salute.

Grazie a un percorso interattivo e immersivo con supporti multimediali ed exhibit, video e multi-proiezioni di grande impatto scenico (ma anche con la mediazione dell'arte) la mostra intende spiegare quanto conta il DNA, quali altri fattori intervengono nella sua definizione (ad esempio ambiente e stili di vita), come e quanto possiamo intervenire per modificarlo. Da non perdere quindi la sezione dedicata alle mutazioni genetiche, che contribuiscono anche a generare la diversità genetica della nostra e di altre specie.

Il percorso espositivo si svolge attorno a quattro temi principali: il sequenziamento completo del genoma umano; l'attuale conoscenza dei suoi elementi e caratteristiche; le mutazioni genetiche che stanno alla base delle differenze tra individui e altri cambiamenti che influenzano il nostro fenotipo; le tecniche di ricerca d'avanguardia per la salute umana.

Le tematiche proposte riguardano quindi lo stato delle conoscenze sulla genomica, le predisposizioni a talenti e malattie, le possibilità di curarsi con terapie mirate e personalizzate. L'allestimento curato dall'architetto Lorenzo Greppi  è frutto di un lavoro di staff composto di ricercatori ed esperti. E la 'contaminazione' artistica è offerta da Claud Hesse, artista visiva specializzata sui temi del dna e del genoma.

Fino al 6 gennaio 2019 > www-muse.it

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)