Scienza, Ambiente & Salute

La serra tropicale di Trento

Al Muse un frammento delle foreste dei Monti Udzungwa

La serra tropicale del Muse di Trento ricostruisce su circa 600 mq un frammento delle foreste dei Monti Udzungwa, nell’Africa Tropicale Orientale dove è da tempo presente una stazione di ricerca in uno dei centri di biodiversità più importanti e fragili al mondo, gestita da Muse e Parco nazionale della Tanzania.

L’area costituisce un punto di riferimento per poter studiare e salvaguardare, le biodiversità planetarie; trattandosi di un ambiente costantemente a rischio, la sua osservazione e protezione sono indispensabili. In particolare, da 10 anni a questa parte sulle montagne della Tanzania i ricercatori italiani studiano gli effetti del clima sugli ecosistemi naturali in ambiente alpino, le tecniche di coltivazione ex-situ di specie vegetali alpine e la conservazione degli ambienti tropicali e subtropicali.

All’interno della serra di Trento, sembra di trovarsi proprio nel cuore di una foresta, dominata da due cascate; si trovano una moltitudine di specie diverse, ma le principali sono specie dei generi Ficus, Dracena, Philodendron.
Vi è anche una zona in cui sono presenti piante tropicali molto coltivate dall’uomo, tra cui il cacao (Theobroma cacao ), il caffè (Coffea spp.), il banano (Musa spp.)

In totale sono circa 130 specie presenti, che crescono ad una temperatura attorno ai 30°C con un’umidità del 70-80%, delle quali sono evidenziati gli usi alimentari, medicinali e cosmetici.

 

 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)

Articoli correlati