Scienza, Ambiente & Salute

Covid19, ora ne sappiamo di più

E' una malattia sistemica: ecco come attacca e i sintomi

I sintomi più comuni di sono febbre, stanchezza e tosse secca. Alcuni pazienti possono presentare indolenzimento e dolori muscolari, congestione nasale, naso che cola, mal di gola o diarrea. Questi sintomi sono generalmente lievi e iniziano gradualmente. Nei casi più gravi, l'infezione può causare polmonite, sindrome respiratoria acuta grave, insufficienza renale e persino la morte.

Alcune persone si infettano ma non sviluppano alcun sintomo. Generalmente i sintomi sono lievi e a inizio lento. La maggior parte delle persone (circa l'80%) guarisce dalla malattia senza bisogno di cure speciali. Circa 1 su 6 persone con COVID-19 si ammala gravemente e presenta difficoltà respiratorie.

Una malattia sistemica che colpisce l'intero organismo, danneggiando anche vasi sanguigni, reni, intestino, occhi e cervello. E' quello che stanno osservando le equipe mediche che hanno in cura i malati Covid19.

La rivista ''The Lancet'' ha di recente riportato sul suo sito una serie di conseguenze mediche sul misterioso virus di origine cinese,  figlio della Sars, reazioni che destano non poco allarme. Il virus agisce in modo diverso da qualsiasi altro patogeno finora noto. Appartiene alla stessa famiglia della Sars, non a caso si chiama scientificamente SarsCoV2, ma è molto più aggressivo.

Il nuovo coronavirus inizia il suo cammino nell'organismo umano entrando nella gola, negli occhi e nel naso attraverso ricettori che invadono le cellule umane, dove si moltiplica.

Dopo aver diffuso copie di se stesso nelle cellule umane chi è colpito diventa contagioso o in modo asintomatico, oppure attraverso i sintomi classici: febbre, tosse secca, mal di gola, perdita di gusto e olfatto, dolori muscolari e mal di testa.

"Se in questa fase iniziale il sistema immunitario non riesce a respingere il virus, quest'ultimo può cominciare ad aggredire i polmoni causando la polmonite; in alcuni casi la situzione può peggiorare all'improvviso e si sviluppa quella che viene chiamata sindrome da stress respiratorio acuto, dove i livelli di ossigeno nel sangue crollano e respirare diventa sempre piu' difficile, portando spesso alla morte" afferma The Lancet ( lo studio > qui).

Cosa fa il corpo? Cerca di difendersi a volte con una iperreazione del sistema immunitario, chiamata 'tempesta di citochine', ossia delle molecole che guidano la risposta immunitaria sana, ma che in questo caso lo fanno oltre il necessario perché cominciano ad attaccare le cellule sane. I vasi sanguigni iniziano quindi ad avere perdite, la pressione sanguigna cala, si formano dei coaguli e si può avere un collasso dell'organo.

Non vengono risparmiati nemmeno vasi sanguigni e cuore, sono state segnalate anche ischemie nelle dita e nei piedi, dolori e necrosi dei tessuti. E' più esposto chi ha probemi cardiovascolari, diabete o ipertensione. Il nuovo coronavirus può aggredire anche l'intestino e il fegato, può danneggiare i reni e colpire anche il cervello, come testimoiano i casi di encefaliti, crisi epilettiche, perdita di coscienza, dell'olfatto e ictus registrati nelle persone con la Covid-19.

FONTE : The Lancet 17.4.2020 (> qui anche in formato PDF)
17.4.2020

 

 

 

 

 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)