Attualità, Persone & Idee

Robert Kennedy Jr. ''Non restituiranno i diritti che ci han tolto''

''Non sono contro i vaccini, sono contro i vaccini cattivi''

"I diritti che ci hanno preso non ci verranno restituiti" così

"Abbiamo perso il diritto ad avere voce in capitolo nelle leggi che ci riguardano". Robert F. Kennedy Jr., arrivato in Italia su iniziativa di Children's Health Defense Europe  si batte da tempo per difendere i principi della democrazia, la libertà di scelta in campo sanitario e la trasparenza in ambito scientifico.

"in 20 mesi c'è stato un copo di stato globale" ha dichiarato Kennedy "ci hanno toltodiritti nel giro di pochi mesi e sono diritti che non ci verranno restituiti a meno che noi non li pretendiamo indietro". E ha aggiunto che il green-pass è uno strumento di sorveglianza su tutti gli aspetti della nostra vita. ''Se fosse una misura sanitaria verrebbe emesso dal Ministero della Sanità. Viene infatti emesso dal Ministero delle Finanze: credono che siamo stupidi?''.

Il green pass serve a seguire ogni aspetto della nostra vita. "Con il denaro digitale il controllo sarà ancora più totale. Potranno bloccarvi la carta di credito se qualcuno lo deciderà".

La manifestazione (regolarmente autorizzata dalle autorità competenti) si è svolta  il 13 novembre presso l'Arco della Pace a Milano alla presenza della Presidente di CHD Europe Senta Depuydt e al Chairman di CHD


Ecco il suo intervento integrale:
 

fonte: https://www.youtube.com/watch?v=_z3PR59kdug
 

***

''Vengo a sostenere la lotta per la democrazia''
Messaggio agli italiani.

Kennedy, nonostante la sua non perfetta salute, ha  registrato un video per gli amici Italiani:  devono essere pacifici e fermi nella tutela della libertà e della democrazia.

Messaggio per gli italiani alla vigilia dell'intervento:

**

Vaccini, la vittoria di Robert Kennedy jr
Una sentenza sancisce che da 30 anni gli Usa non controllano la sicurezza dei vaccini - Qui il documento originale

di Manuel D'Elia - In USA, dal 1986 le case farmaceutiche produttrici dei vaccini non hanno alcuna responsabilità economica sugli infortuni causati dai loro prodotti. Da allora il Congresso Americano ha incaricato il Segretario dell'HHS (il Dipartimento della Salute americano) della responsabilità di assicurare la sicurezza di questi prodotti. Dal 1986 l’HHS ha pertanto avuto la responsabilità primaria e praticamente esclusiva di apportare e assicurare miglioramenti nel rilascio di licenze, fabbricazione, segnalazioni di reazioni avverse, ricerca, test di sicurezza ed efficacia dei vaccini al fine di ridurre il rischio di reazioni avverse al vaccino.

Al fine di assicurare che l’HHS soddisfacesse i suoi obblighi in materia di sicurezza del vaccino, il Congresso ha richiesto, come parte della legge del 1986, che il Segretario della HHS presenti al Congresso relazioni biennali che descrivono in dettaglio i miglioramenti nella sicurezza dei vaccini fatti da HHS nei due anni precedenti.

Robert Kennedy Jr e ICAN (Informed Consent Action Network), rete per il diritto ad essere informati, hanno presentato una richiesta di Freedom of Information Act nell’agosto del 2017 all’HHS, in merito alla documentazione che avrebbe dovuto essere trasmessa dalla stessa  al Congresso a cadenza biennale negli ultimi 30 anni. Richiesta che è stata ignorata per oltre otto mesi. ICAN e Kennedy, per ottenere la documentazione, hanno dovuto avviare una causa contro HHS.

Il risultato della causa è stata l'ammissione da parte di HHS che nei loro archivi non risulta alcuna documentazione in tal senso. Mai, in più di 30 anni, hanno rispettato l'obbligo di legge di effettuare i controlli sulla sicurezza dei vaccini, trasmettendone poi i risultati al Congresso.

Qui i dettagli della sentenza : CLICCA
 


Autore: Manuel D'Elia

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)