Scienza, Ambiente & Salute

Vaccini, chi ci guadagna

Con l'obbligatorietà i costi sono schizzati del 62%

Il Governo introduce l’obbligatorietà per dieci vaccini e i produttori, per ringraziare, ne aumentano il prezzo del 62%. L'effetto del decreto Lorenzin  è stato anche questo.

Sono i calcoli della stessa AIFA, l’Agenzia del Farmaco, a mostrarcelo: dal 2016 al 2017 la spesa che il nostro Servizio Sanitario ha sostenuto per i vaccini è aumentata di 130 milioni di euro. La sola GSK (GlaxoSmithKline) ha avuto un incremento di incasso pari a 97 milioni di euro. La spesa generale per singola dose è passata da 14 a 22 euro.

L’Agenzia del farmaco ha provato a negoziare con i produttori, ma ha aspettato che l’obbligo entrasse in vigore. Così questi hanno risposto picche. Per la Sanità evidentemente non era il caso di star lì a sottilizzare per qualche milione in più o in meno.


Autore: Manuel D'Elia

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)