Viaggi & Reportages

Il buon Marzemino biologico

Cantina San Michele (Capriano del Colle)

(Corona Perer - 23 gennaio 2024) - Alla Cantina San Michele di Capriano del Colle (BS) i quarant'anni trascorsi dalla fondazione - nel 1982 - sono stati spesi bene: nella ricerca costante di un vino di qualità laddove si produceva vino a buon prezzo, certamente buono e dignitoso, ma da vendere sfuso.

Tuttavia le uve rosse, in primis il Marzemino, avevano qualità così interessanti da far intuire la possibilità di vini di grande qualità. C'è voluta costanza, tempo, pazienza, passione e sogno, ma i risultati non sono mancati.

 

''Negli anni 2000 abbiamo incominciato a produrre vini più ricercati, per una nuova clientela appassionata, che proprio in quegli anni stava nascendo. Abbiamo anche scoperto le incredibili potenzialità delle uve bianche, iniziando a lavorare sul Trebbiano e su alcuni uvaggi'' racconta  Marco Danesi laureato in economia aziendale e vicepresidente del Consorzio Monte Netto titolare della cantina insieme ad Elena Danesi, laureata in psicologia, che in azienda arriva conquistata dall'entusiasmo del cugino.

La cantina produce 70.000 bottiglie, coltiva sedici ettari di vigne, dei circa 80 ettari complessivi del comprensorio del Monte Netto, con piante che hanno in media venticinque anni, a eccezione di una vigna che raggiunge i sessanta. La produzione è destinata all’Italia per il 70% e per il restante 30% all’estero, con la Germania e la Svizzera che rappresentano i principali mercati stranieri.

“Abbiamo  scoperto le incredibili potenzialità delle uve bianche, iniziando a lavorare sul Trebbiano e su alcuni uvaggi, con i primi esperimenti di Metodo Classico e Passito. E nasce Otten, ovvero “netto” scritto al contrario. Nel 2023 a Golosaria Milano, l' Otten3, annata 2018, è stato premiato tra i Top Hundred 2023 Storici, selezione dei migliori vini d'Italia. Grazie al continuo miglioramento, i vini sono oggi menzionati dalle guide di settore per l'ottimo rapporto qualità/prezzo. Sono vini entrati nelle selezioni Veronelli e premiati al Merano Wine Festival.

Abbiamo assaggiato l'OTTEN4 il Bianco Superiore DOC, annata 2021, certificato Bio (foto) e ci ha stupito per la sua eccellente armonia. E' un Trebbiano 100% e proviene da sapiente vinificazione: fa tesoro anche della muffa nobile, utile a favorire una grande concentrazione di profumi. Dopo la pressatura questo vino va in fermentazione in vasche di acciaio a temperatura controllata per 15 giorni, poi passa all'affinamento in vasche di cemento e all'ulteriore affinamento per 12 mesi in bottiglia.

''Otten non è solo un vino, ma un progetto in divenire - spiegano in Cantina - è giunto ormai alla terza annata, che ha come obiettivo quello di produrre un grande vino bianco che possa raccontare la singolare alchimia tra clima, terreno e cultura che fa del Monte Netto un microcosmo enologico tutto da scoprire''

''Netto'' è un Capriano del Colle Doc Bianco, 70% Trebbiano, 20% Pinot Bianco e 10% Chardonnay

E' stato l'ingresso in azienda della nuova generazione della famiglia Danesi che ha portato grandi cambiamenti: una nuova immagine e la scelta di produrre in regime biologico.

Sui sedici ettari distribuiti in otto appezzamenti, nei pressi del Monte Netto, una collinetta bassa nel Bresciano, si produce un ottimo Marzemino biologico. Secondo le fonti storiche il Marzemino (citato nel Don Giovanni dal librettista veneto di Mozart, Lorenzo da Ponte) sarebbe comparso già nel 1500 sul Monte Netto e nei dintorni di Padova, prima di arrivare in Trentino, ma lo si trova anche in Friuli. I grappoli presentano dimensioni medio grandi e raggiungono la piena maturazione tra la fine settembre ed primi di ottobre.

“Oggi si parla molto di agricoltura biologica. Biologico per noi vuol dire  prestare più attenzione al vigneto” spiegano. “Non è stato un seguire le mode, altrimenti avremmo cominciato molto prima, ma avere un approccio diverso, nella convinzione che la qualità dei vini sarebbe potuta ulteriormente migliorare”.

Perciò niente chimica e uso limitato di zolfo e rame, trattamenti imprescindibili e basic per qualsiasi vigneto.

Sono solo 100 i metri di dislivello rispetto alla sottostante pianura padana, ma le uve rosse da queste parti hanno qualità interessanti. Merito dei terreni argilloso-calcarei, dove si sono depositati nei secoli sabbia e ghiaia e del soleggiamento che aiuta la vigna a dare al vignaiolo grappoli di grande qualità.

L'uva marzemino de resto è caratterizzata da un alto contenuto di tannini e acidità, un colore rosso intenso e un aroma fruttato con note di ciliegia, amarena e spezie. Il vino ottenuto da marzemino ha gusto è secco e robusto, con buon equilibrio tra dolcezza e acidità.
 

Tra le eccellenze della casa c'è sicuramente il 1884, un Capriano del Colle Doc Rosso Riserva corposo, importante, da gustare con piatti rustici. Al palato arriva con note balsamiche, ottimo con le carni. Un vero protagonista in tavola il calice che abbiamo degustato viene dalla vendemmia 2018 e nasce da  Merlot 50%, Marzemino 40%, Sangiovese 10%. Ha gradazione attorno al 14,5 %. Va servito a 16-18 gradi,  ed è ideale per accompagnare  carni rosse, arrosti, grandi formaggi. Per questo vino gran riserva, Cantina San Michele attua una fermentazione a temperatura controllata con macerazione delle uve per circa 20 giorni in vasche di acciaio, segue élevage in tonneau di rovere francese per 12 mesi e ulteriore affinamento per 12 mesi in bottiglia. Stre-pi-to-so, credeteci.

Il valore espresso dalla Cantina San Michele è quello di aver avuto rispetto del patrimonio che le sta intorno, e di aver scelto di assecondare le caratteristiche del Monte Netto, la sua originalità agricolo-paesaggis-
tica e, soprattutto, il suo isolamento, attuando una conversione al biologico dei propri vigneti. E così fin dalla a vendemmia 2018 tutti i vini prodotti dalla cantina sono certificati bio.

Chi vuole visitare la cantina può prenotare una visita con degustazione. La formula base prevede la visita dei vigneti, della cantina e la degustazione guidata di tre vini,in abbinamento a una selezione di salumi e formaggi del territorio. Costo della visita:  € 20  per persona. Le visite si effettuano per minimo due persone. La visita dura circa due ore (dal lunedì al sabato, dalle 9.00 alle 18.00). Per prenotare una visita in cantina basta scrivere una mail a info@sanmichelevini.it oppure telefonare al n. 030 9444091 

sito San Michele Vini
sede: Via Parrocchia 57
25020 Capriano del Colle (BS)

 


Autore: Corona Perer

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)