Viaggi & Reportages

Perle Alpine - L'Alpe Cimbra

Una delle 10 destinazioni in Italia a fregiarsi di questo titolo

L’Alpe Cimbra è  una Perla Alpina, una delle 10  destinazioni in Italia a fregiarsi di questo titolo (sono 19 tra il nostro paese, la Germania, la Svizzera e la Slovenia). Significa che è un territorio dove si pratica un turismo all’insegna della sostenibilità. L'iter per la candidatura ha coinvolto i comuni di Lavarone (con il Lago Bandiera Blu d’Europa), Folgaria e Lusérn.  A portare l'Alpe Cimbra tra le Perle è stata la dolcezza del suo territorio che d'autunno si veste di dolcissime e impalpabili nebbie che al paesaggio conferiscono ulteriore poesia.

Tre le feste dedicati ai prodotti dell'Alpe: la festa del Latte di cui riferiamo in questa pagina, la Festa del Porro di Nosellari  (apprezzato per il suo sapore molto delicato) e la Festa delle Castagne a Centa San Nicolò che vanta un castagneto con piante secolari e la tradizione della castanicoltura. La castagna di Centa si fregia denominazione di origine protetta (DOP) "Marone Trentino".

 

L'Autunno cimbro   ha impegnato la comunità cimbra di Luserna  con lo Zimbartörggelen Herbst atz Lusérn  una camminata enogastronomica di circa 7 km, un trekking panoramico che gustose tappe gastronomiche della cucina cimbra.

 

Il Torgellen sull'Alpe,  andato in scena tra Folgaria, Lavarone, Lusèrn e la Vigolana tra i profumi del vino novello, delle caldarroste, i colori delle zucche ha preceduto l'ultima  novità: la Dispensa dell’Alpe Cimbra svoltasi il 22-24 ottobre a Folgaria con il Mercato della Terra, show cooking per gli appassionati di cucina e trekking tematici alla scoperta dei luoghi di produzione delle "buone cose" dell'Alpe.

**

LAVARONE: GRANDE SUCCESSO PER LATTE IN FESTA

(Corona Perer - 1 ottobre 2021) - Grande successo per ''Latte in Festa'' , manifestazione che a Lavarone è dedicata alla scoperta del mondo lattiero-caseario. Andata in scena nel primo week-end di ottobre per salutare l’estate e dare il benvenuto all’autunno si è giovata di un bel sole per la gioia delle tante famiglie accorse al Villaggio del Latte  nel magnifico Parco Palù, in località Cappella. C'è stata la degustazione del latte e dei formaggi tipici di malga, i più piccoli han potuto avvicinare l'asino e conoscere giochi semplici (come il labirinto tra le balle di fieno) e gli antichi mestieri del mondo contadino.


Le famiglie non sono mancate e neppure il divertimento con i laboratori dedicati ai bambini che hanno realizzato la loro cacciottina e la mucca di cartone da mungere. Era caricata ad acqua ma i bambini han fatto la fila per poter riempire il secchio!

Da segnalare anche il Memory costruito con tessere speciali: i coperchi dei vasi del latte che ogni giorno vengono raccolti nelle stalle della valle. Un bel modo per far ragionare i bambini sulla fonte del latte, la sua trasformazione e il lavoro del contadino allevatore.

foto C.Perer

Successo anche per per l'Aperitivo dal Malghese tra i boschi e prati della zona: una passeggiata di un paio di chilometri, con un dislivello di circa 100 metri, verso laFattoria Lenzi, per scoprire i segreti della stalla e conoscere da vicino le mucche di Dario.

Qui è stato possibile degustare l'aperitivo 100% trentino con: il  Vezzena e gli altri formaggi di Fattoria Lenzi, le mele La Trentina, un goccio di Teroldego Rotaliano di Azienda Agricola Zanini Luigi, Acqua Levico e il dolce di Malga Millegrobbe.

A fare da cornice al tutto l'immancabile mercatino dei prodotti tipici dell'altopiano (con il formaggio Vezzena a fare da protagonista).

Nel parco anche la rievocazione degli antichi mestieri.

Questi appuntamenti sono anche l'occasione per scoprire la ricca gastronomia dell'Alpe. A Folgaria consigliamo una tappa all' Osteria Coe di Passo Coe dove si può fare l'incontro con la vera gastronomia trentina.

Si inizia con le crocchette al formaggio di malga con lardo della Val Rendena e cipolla in agrodolce oppure con i tortelli di patate con speck, luganega stagionata, formaggi locali accompagnati da insalata di cappuccio con il  cumino. In menù non manca mai il carpaccio di carne salada trentina con funghi porcini sott'olio e il trentingrana. Volete assaggiare qualcosa di memorabile? Vi consigliamo i garganelli all'uovo con ragù di capriolo o i gnocchi rustici di polenta con la fonduta d'alpeggio e lo speck croccante. Per uno spuntino veloce c'è il piatto del Montanaro con i salumi e i formaggi di malga, ottimo ache come piatto unico.

 

 

L’autunno è la stagione per andare in cerca di funghi ed è perfetto per il il trekking e la bike nei boschi: ogni weekend l’Azienda per il Turismo Alpe Cimbra organizza delle escursioni guidate lungo i percorsi più suggestivi. Da queste parti promuovere il turismo slow è la regola il che significa un forte abbinamento tra storia, cultura e tradizioni, e alla valorizzazione del rispetto dell’ambiente alpino e della sostenibilità anche attraverso eventi specifici come il Festival del Gioco e la Fiaba Regna, rivolti alla sensibilizzazione su queste tematiche attraverso il gioco dei piccoli ospiti della località.

Le proposte portano gli ospiti a scoprire la natura e gli animali: l’animal watching con l’ascolto del bramito del cervo, l’osservazione all’alba delle marmotte e i suoni della natura che si prepara ad andare in “letargo”. Le camminate a piedi nudi su letti di foglie regalano il crepitìo delle foglie, ma anche il silenzio è un 'suono' meraviglioso che amplifica il volo di un uccello e l'acqua di un torrente nel suo incessante fluire.

Essere Perla delle Alpi premia gli sforzi fin qui fatti per la tutela e valorizzazione del territorio, promuovendo un equilibrio tra uomo e ambiente. Aderendo alle Alpine Pearls i tre comuni di Lavarone, Luserna e Folgaria hanno anche inaugurato una nuova stagione di condivisione degli investimenti che danno priorità assoluta alla sostenibilità energetica, ambientale e sociale. Con la volontà di chiudere alla mobilità motorizzata, inquinante e rumorosa.

Questa è la specifica filosofia delle Alpine Pearls.
(c.perer)

 

 

Le Perle delle Alpi:  

Germania: Bad Reichenhall, Berchtesgaden

Austria: Hinterstoder, Mallnitz, Neukirchen am Großvenediger, Werfenweng, Weissensee

Svizzera: Les Diablerets, Disentis/Mustér

Italia: Alpe Cimbra, Ceresole Reale, Chamois-La Magdeleine, Cogne, Forni di Sopra, Funes, Limone Piemonte , Moena, Moso in Passiria, Racines

Slovenia: Bled, Bohinj

 

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)