Viaggi & Reportages

Bandiera Blu 2020 per i Laghi di Levico e Caldonazzo

E intanto si lavora per accogliere gli ospiti in sicurezza

I Laghi della Valsugana si sono visti riconfermare il prestigioso riconoscimento internazionale della Bandiera Blu d’Europa, grazie all’impegno del territorio nella promozione di un turismo all’insegna della sostenibilità.
Oggi Giovedì 14 maggio 2020, in un momento particolare, non direttamente presso l’usuale location del Consiglio Nazionale delle Ricerche ma in diretta streaming, i referenti delle Amministrazioni locali di Caldonazzo, Calceranica al Lago, Levico Terme, Pergine Valsugana e Tenna hanno partecipato alla cerimonia di consegna delle Bandiere Blu d’Europa 2020.

La Bandiera Blu d’Europa sventolerà anche durante la prossima stagione estiva, un po’ diversa dal solito, sulle spiagge dei Laghi di Levico e Caldonazzo a dimostrazione della qualità delle acque, dei servizi a disposizione degli ospiti sui laghi e nelle località lacustri, nonché della gestione sostenibile del territorio.
 
Il riconoscimento viene dato alle località balneari che rispettano criteri relativi alla gestione sostenibile del territorio, sensibilizzando quindi le scelte politiche verso la cura e l’attenzione all'ambiente. Tra i numerosi criteri oggetto di valutazione rientrano la qualità delle acque di balneazione, l’educazione e le iniziative ambientali, la spiaggia, gli stabilimenti balneari, il turismo, la pesca e la gestione dei rifiuti.

Questo riconoscimento permette di valorizzazione a livello internazionale i Laghi della Valsugana e rientra nel pieno degli obbiettivi della certificazione di turismo sostenibile che la Valsugana ha ricevuto l’anno scorso, come prima destinazione al mondo, rispettando i criteri del Global Soustainable Tourism Council.

E sui laghi si sta anche pensando come accogliere al meglio gli ospiti in sicurezza.
Se da un lato è in fase di definizione un protocollo di gestione delle spiagge pubbliche da parte delle diverse amministrazioni comunali con la Provincia e l’Azienda Sanitaria, dall'altro i privati stanno facendo le prove di simulazione su come potranno essere gestiti gli spazi di loro competenza andando a ridurre sensibilmente il numero di presenze al fine di garantire la massima sicurezza per tutti.

Il quotidiano "The Times" ha definito il Lago di Levico  uno dei 7 laghi più "visitabili" in tutto l'arco alpino: dolce, accessibile. Sembra quasi un fiordo norvegese e l'ambiente che lo circonda induce alla pace dell'anima. Il vero relax si gusta sempre attorno ad un lago. Attorno al lago si snodano bellissimi sentieri.

La Passeggiata dei Pescatori ha una lunghezza moderata (4,5 km) e si compie agevolmente in un'oretta. Potrebbe essere l'attività giusta dopo aver gustato le Terme di Levico che hanno reso questa località famosa per l'unicità delle sue acque e per  fare delle piacevoli passeggiate sul lungolago e sulle montagne circostanti. I laghi dispongono di spiagge libere alberate dotate del servizio “spiagge sicure” con la presenza di bagnini in modo continuativo nei mesi di luglio a


info: APT VALSUGANA LAGORAI

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Commenti (0)