Viaggi & Reportages

Valsugana, i Giardini d'Europa

La diversità delle essenze come metafora della diversità dei popoli

È difficile dire quale sia il momento migliore per visitare i Giardini d'Europa ideati come omaggio ad Alcide De Gasperi e all’Europa unita della quale è uno dei Padri. E' una creazione d’arte e di natura nel verde dell’altopiano del Tesino, un’opera da ammirare per la sua bellezza, uno spazio denso di significato, un luogo di meditazione e un ideale completamento della visita al Museo Casa De Gasperi. Siamo nel Tesino, a poca distanza dal Lagorai, nel comprensorio della Valsugana. Qui, da maggio a ottobre, si assiste alla magia della natura. Sono oltre 50 le varietà che si possono ammirare accanto a specie autoctone. Il giardino è bello in tutte le stagioni in una sinfonia di colori.

Con la sua particolare forma ad anfiteatro, il Giardino richiama l’architettura del teatro antico, modello del Parlamento europeo e simbolo in ogni tempo di democrazia e libertà. Nelle sue grandi aiuole fiorite piante autoctone crescono vicino a varietà esotiche arrivate da luoghi lontani: peonie astri, rose, cosmee, digitali, anemoni, campanule, potentille, spiree... Le fioriture iniziano a maggio e proseguono fino ad ottobre inoltrato, all’arrivo delle prime gelate.

Partendo dal Museo Casa De Gasperi la visita guidata condurrà attraverso il paese di Pieve Tesino e i suoi particolari orti di montagna. Dopo una facile camminata di un quarto d’ora è previsto l’arrivo al Giardino, che si trova all’ingresso della una vasta area verde di 14 ettari dell’Arboreto del Tesino. A poco a poco verranno svelati i modelli alla base dell’idea progettuale, il legame con De Gasperi, il significato che quest’opera unica nel suo genere vuole veicolare, la scelta delle piante, la relazione tra i luoghi della storia e della memoria, i luoghi costruiti, i luoghi coltivati e il paesaggio.

Regina estiva è la peonia che inizia a fiorire in maggio, mese della Festa d’Europa ed è una specie rappresentativa del Tesino: sul monte Lefre, a poca distanza da Pieve Tesino,  è infatti presente una rara forma selvatica di peonia, la Paeonia officinalis. Le peonie sono fiori che vengono da lontano: la prima citazione in Europa delle peonie arbustive è nel rapporto di un membro della Compagnia Olandese delle Indie Orientali che, nel 1656, che le descrisse come simili alle rose, ma senza spine e con fiori grandi il doppio: da cui il nome comune di 'rose peonie'. 

Molta attenzione viene data ai colori: l'erba delimita due aiuole a semicerchio. Le piantine perenni richiamano con i loro colori blu e giallo la bandiera d’Europa. Al centro le peonie cinesi convivono con le peonie erbacee di origine europea. Non mancano gli alberi tipici come i meli da fiore, che richiamano le tradizionali coltivazioni trentine.

A gestire lo spazio è la Fondazione Trentina Alcide De Gasperi istituita nel 2007 dalla Provincia autonoma di Trento e dall’Istituto Luigi Sturzo di Roma. Svolge attività di ricerca, formazione e divulgazione culturale, volte ad approfondire e valorizzare la figura del grande statista trentino. Interpretando in chiave contemporanea il messaggio degasperiano, promuove quindi la cultura politica, l’autonomia e l’identità storica e culturale trentina, la partecipazione civile, la conoscenza delle istituzioni internazionali e comunitarie.

A Pieve Tesino la Fondazione gestisce - oltre al Giardino - anche il Museo Casa De Gasperi. All'interno una ricchissima raccolta documentale che narra la storia dello statista e in controluce ciò che De Gaspei narrò come giornalista. Metà della sua vita fu da suddito dell'Impero austro-ungarico, un territorio multiculturale e multinazionale vastissimo con Vienna capitale. E fu certamente questo humus a portarlo verso una forma mentis che trova nel concetto di Europa la sua massima espressione.

La Fondazione offre a tutti la possibilità di conoscere questo giardino speciale, visitandolo accompagnati da qualificate guide che sapranno raccontarne la storia, il fascino e le suggestioni. Le visite guidate partono ogni giovedì alle 16.30 davanti al Museo Casa De Gasperi di Pieve Tesino e raggiungeranno il Giardino grazie ad una facile passeggiata per le vie del paese. Il costo è di 2 euro a persona (gratis per i possessori di Valsugana Card). La prenotazione, consigliata ma non obbligatoria, può essere effettuata scrivendo una mail a museo.fdg@degasperitn.it

 

 

info> Giardino d'Europa

www.degasperitn.it

www.giornalesentire.it - riproduzione riservata*

Gallery

Commenti (0)